Filoweb.it

By Filippo Brunelli

FB TW whatsapp RSS FEED News letter

Polvere pirica o polvere nera polvere da sparo



La polvere pirica o polvere nera è una miscela di carbone (15 per cento), nitrato di potassio o salnitro (75 per cento) e zolfo (10 per cento). Insensibile agli urti, per esplodere deve entrare in contatto con una fiamma o una fonte di calore, anche solo una piccola scintilla. Si tratta del più antico esplosivo conosciuto e impiegato dall’ uomo. 
Il salnitro si forma per dissociazione di urea in presenza di calcio (dal carbonato di calcio degli intonaci ) e trova lì anche il potassio. Poi si ossida col tempo e si arriva al KNO3. Il sale non è pericoloso o tossico (il KNO3 è usato come conservante in molti prodotti alimentari, per esempio salami e mortadelle ) Il composto è lassativo in forti dosi.
Il salnitro abbonda nelle vecchie stalle di cavalli o mucche, quando una volta le costruivano con piccole finestre.
FB TW whatsapp RSS FEED News letter

filoweb.it è il sito personale di Filippo Brunelli
(c) 2017 Filippo Brunelli
Le immagini ed i testi contenuti nel sito filoweb.it sono di proprietà di Filippo Brunelli salvo diversamente indicato.
L'uso delle immagini e del testo è gratuito per uso personale ed è subbordinato alla citazione della fonte.
Brunelli Filippo declina ogni responsabilità per l'uso che viene fatto delle informazioni presenti nel sito filoweb.it.
X
La tua privacy è importante
Utilizziamo, senza il tuo consenso, SOLO cookies necessari alla elaborazione di analisi statistiche e tecnici per l'utilizzo del sito. Chiudendo il Cookie Banner, mediante il simbolo "X" o negando il consenso, continuerai a navigare in assenza di cookie di profilazione. More info

Tutti
Cookie tecnici
I cookie tecnici sono necessari al fine di "effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dal contraente o dall'utente a erogare tale servizio" (art. 122, comma 1 del Codice privacy).
Cookie analitici di terze parti
I cookie analytics sono utilizzati al fine di valutare l'efficacia di un servizio della società dell'informazione fornito da un titolare di un sito, per progettare un sito web o contribuire a misurare il "traffico" di un sito web, ovvero il numero di visitatori ripartiti per area geografica, fascia oraria della connessione o altre caratteristiche.
Cookie di profilazione
Sono cookie che creano profili personalizzati relativi all'utente per finalità di marketing, ad esempio il retargeting o advertising sui social network.