FILOWEB.it
sito personale di Filippo Brunelli

 
HOME Gallery Quadernino Roberto Contatti
 

Ultimi Inseriti e Suggeriti

Luoghi

Luoghi:Le grotte di Labante


Luoghi:Le grotte di Labante
Le grotte di Labante
Ricette

Ricette:Sofficini-al-forno


Ricette:Sofficini-al-forno
Sofficini-al-forno
Magazine

Magazine:I Chatbot non sono Skynet


Magazine:I Chatbot non sono Skynet
I Chatbot non sono Skynet
Gallery

Gallery:Primavera 2017


Gallery:Primavera 2017
Primavera 2017(83)
Aerei

Aerei:Dassault-Super-Étendard


Aerei:Dassault-Super-Étendard
Dassault-Super-Étendard
Curiosità

Curiosità:Tesla-(Unità-di-misura)


Si chiama tesla l’unità di misura del campo magnetico (T). Deve il suo nome allo scienziato statunitense di origine croata Nikola Tesla che si occupò appunto di elettricità e campi magnetici: il tesla corrisponde al campo magnetico che si origina al centro di una circonferenza formata da un filo elettrico al cui interno scorre una corrente di un milione di ampère, cioè la corrente necessaria a illuminare circa 200 mila lampadine da 100 watt. Il tesla è un’unità di misura molto grande che infatti viene utilizzata di rado: sarebbe come dover misurare in tonnellate il peso di una mela. In tutte le applicazioni pratiche si preferisce perciò utilizzare il gauss (G), pari a 1 decimillesimo di tesla. Il campo magnetico terrestre, ad esempio, è compreso tra 0,2 e 0,6 gauss, cioè misura meno di un decimillesimo di tesla! Campi magnetici misurabili in tesla sono quelli originati nelle stelle, pari a centinaia di migliaia di tesla, e quelli usati a scopo scientifico: nei laboratori inglesi del centro di ricerca Jet della Comunità europea, si originano campi magnetici pari a 2,8 T per lo studio della fusione nucleare a confinamento magnetico.
Alla Conférence Générale des Poids et Mesures tenutasi a Parigi nel 1960, venne dato il nome "tesla" all'unità di misura

Il tesla può anche essere rappresentato come:
Tesla-(Unità-di-misura)

Contenuti

* Sezione indipendente con grafica non aggiornata

FB TW G+ whatsapp

Bufale online

Parlare o scrivere con l'intento di informare è un atto di responsabilità.
Grazie all'uso del web per diffondere messaggi è esplosa la produzione di contenuti in quanto comunicare è diventato più facile e veloce. Basti pensare che sono state prodotte più informazioni negli ultimi trent'anni rispetto che agli ultimi 5000. Ma quante tra queste informazioni sono utili allo sviluppo della società?
Tra i rischi presentati nel rapporto "Global risks 2013", uno dei primi rischi che viene presentato come tale è la "digital wildfires" (la pubblicazione di false informazioni o fuorvianti).
Internet è piena di cretini, truffatori e pseudoscienziati che senza alcuna conoscenza specifica, o addirittura alcuna conoscenza, diffondono bufale, spacciandole come verità assolute frutto di una ricerca indipendente e si credono custodi di un segreto che pochi conoscono.
Contro i questi cretini l'unica salvezza è avere un minimo di conoscenze, per cui studiare e leggere (testi specifici sull'argomento scritti da università, centri di ricerca o pubblicazioni scientifiche) e ci si vacinerà da bufale e pseudoscienze, altrimenti si continuerò a crede ai ciarlatani o alle bufale solo perché sembrano convincenti.
Da un punto di vista culturale le bufale rappresentano una sconfitta per tutta la società: se così tante persone ci cascano è evidente che manca la cultura, la capacità di critica e di analisi basilare e questo porta, inevitabilmente ad una perdita di fiducia in internet come mezzo di informazione e cultura.
Infine vi siete mai chiesti perché si chiamano bufale?
Secondo l'accademia della Crusca, deriva da "menare per il naso come una bufala", cioè prendere l'interlocutore per il naso e portarlo in giro come si fa coi buoi, dato che è questo in fin dei conti che succede: si viene presi per il naso da degli idioti da delle menti a volte inferiori alle nostre.
..Leggi
 
filoweb.it è il sito personale di Filippo Brunelli
(c) 2017 Filippo Brunelli
Le immagini ed i testi contenuti nel sito sono di proprietà di Filippo Brunelli salvo diversamente indicato.
L'uso delle immagini e del testo è gratuito per uso personale ed è subbordinato alla citazione della fonte.
Filoweb Filoweb.it itfiloweb è il sito personale di Filippo Brunelli, conattare il gestore per info itfiloweb itfiloweb Filoweb Filoweb.it itfiloweb è il sito personale di Filippo Brunelli, conattare il gestore per info itfiloweb itfiloweb