Filoweb: General Dynamics F-16 Fighting Falcon

 
HOME Gallery Quadernino Roberto Contatti
 

General Dynamics F-16 Fighting Falcon

Aereo da combattimento multiruolo

Origine: USA
Motori: 1 turboventola Pratt & Whitney F110-GE-100 con postbruciatore da 76 a 127 kN di spinta
Prestazioni: Velocità massima 2 Mach (2,410 km/h in quota), Velocità di salita 254 m/s, Autonomia 4220km (con serbatoi esterni), Raggio d'azione 550km, Tangenza 18000m
Armamento: 1 cannone M61 Vulcan da 20 mm. Bombe caduta libera: Mk 82 da 500 lb, Mk 83 da 1000 lb, Mk 84 da 2000 lb. Bombe a grappolo: CBU-87, CBU-89, CBU-97. Missili aria superficie: 6 AGM-65 Maverick, 6 AGM-45 Shrike, 4 AGM-88 HARM. Missili antinave: AGM-119 Penguin, AGM-84 Harpoon. Missili aria aria: AIM-7 Sparrow, AIM-9 Sidewinder, AIM-120 AMRAAM, Python-4, IRIS-T.
Ruolo: Caccia, Appoggio, Attacco, Bombardamento , Antinave

Descrizione: L'F-16 Fighting Falcon è un aereo da combattimento multiruolo, monomotore, sviluppato originalmente dalla General Dynamics per l'aeronautica militare statunitense.
Agli inizi degli annia '70 l' USAF aveva già sviluppato l' F-15, un grosso caccia da superiorità aerea, ma nacque la necessità di un piccolo caccia maneggevole a basso costo, in quanto il grosso caccia era troppo costoso per pensare di ecquipaggire tutti gli stormi.
Nacque così il progetto LWF: Light Weight Fighter (caccia leggero). Cinque industrie risposero alla specifica LWF, ma solo due furono selezionate per realizzare prototipi: la General Dynamics con il suo Model 401 (poi siglato YF-16) e la Northrop con il suo P-600 (poi siglato YF-17). La principale differenza tra l'YF-16 e l'YF-17 stava nella motorizzazione: un solo motore per l'YF-16 (lo stesso turbofan PW F100 scelto per l'F-15), due motori GE YJ101 per l'YF-17; i due YF-16 ed i due YF-17 si affrontarono in una competizione serrata, al termine della quale, il 13 gennaio 1975, l'USAF dichiarò vincitore l'YF-16. Il caccia della General Dynamics si era dimostrato complessivamente superiore al concorrente Northrop sotto alcuni aspetti, e inferiore sotto altri, ma i fattori decisivi per la vittoria furono i seguenti: 1)l' F-16 montava lo stesso motore dell'F-15, e questo si traduceva in una semplificazione dell'intera linea logistica con un significativo risparmio economico; 2) Le specifiche richiedevano che l'aereo potesse manovrare a 7.33 G con l' 80 % di carburante interno, mentre i progettisti della General Dynamics realizzarono una macchina in grado di arrivare a 9 G con il 100% di carburante interno; Le specifiche richiedevano una vita utile di 4.000 ore, il progetto General Dynamics garantiva 8.000 ore.
La produzione degli F-16 iniziò nella fabbrica della General Dynamics a Fort Worth, in Texas nel tardo 1975, con il primo esemplare (un F-16 A) terminato il 20 ottobre 1976, che effettuò il primo volo l'8 dicembre.
L'F-16 è un aereo tattico multiruolo supersonico a singolo propulsore, progettato per essere un velivolo relativamente economico da impiegare per molti tipi di missione e mantenere la prontezza di intervento. È più piccolo e leggero dei suoi predecessori, ma impiega soluzioni aerodinamiche e sistemi avionici avanzati, tra cui il primo impiego di un sistema Fly-by-wire, per aumentare le performance nelle manovre. Molto agile, l'F-16 può raggiungere manovre a 9 g e una velocità massima superiore a Mach 2.
Nel 2004 L'Italia acquistò in leasing degli F-16 di seconda mano per sostituire gli ormai obsoleti F-104 in attesa dell'arrivo del caccia europeo F-104.

General Dynamics F-16 Fighting Falcon
General Dynamics F-16 Fighting Falcon
General Dynamics F-16 Fighting Falcon
General Dynamics F-16 Fighting Falcon

Contenuti

* Sezione indipendente con grafica non aggiornata
G+ FB TW whatsapp
Cerca
Parola:
filoweb.it è il sito personale di Filippo Brunelli
(c) 2017 Filippo Brunelli
Le immagini ed i testi contenuti nel sito sono di proprietà di Filippo Brunelli salvo diversamente indicato.
L'uso delle immagini e del testo è gratuito per uso personale ed è subbordinato alla citazione della fonte.