Filoweb: Saab 35 Draken J 35

 
HOME Gallery Quadernino Roberto Contatti
 

Saab 35 Draken J 35

Caccia da superiorità aerea con ruolo secondario di attacco al suolo

Origine: Svezia
Motori: 1 turbogetto Volvo Aero Flygmotor RM 6C con postbruciatore e spinta da 56 a 78 kN
Prestazioni: Velocità massima 2,05 Mac, (2 120 km/h in quota), Velocità di salita 175 m/s, Autonomia 3250 km, Tangenza 20000m
Armamento: 1 o 2 cannoni M-55 ADEN da 30 mm ( a seconda della versione e della nazione utilizzatrice), missili aria-aria: AIM-4 Falcon, AIM-9 Sidewinder, AIM-26 Falcon.
Ruolo: Caccia, Attacco, Antinave

Descrizione: Il Saab 35 Draken, noto anche come J 35, è stato un aereo da caccia svedese da superiorità aerea e attacco al suolo, il primo aereo scandinavo capace di raggiungere Mach 2. Molto innovativo nella sua struttura aerodinamica, ha prestato servizio per circa 40 anni ricoprendo praticamente tutti i ruoli possibili per una macchina tattica.
Il J-35 presentava una configurazione alare a doppio delta ed era predisposto per operare da tratti stradali con un minimo di preparazione, e pertanto richiedeva una manutenzione semplificata. La motorizzazione era assicurata da un singolo RM6B, le due prese d'aria erano praticamente annegate nel bordo d'attacco delle semiali interne, l'armamento interno era costituito da due cannoni Aden da 30 mm, ciascuno con 90 colpi.
L'armamento esterno era rappresentato da due missili AIM-9B Sidewinder (designazione svedese: Rb-24), trasportati sotto le ali. In fusoliera esisteva un terzo punto d'aggancio, al quale potevano essere agganciati altri due missili Sidewinder, ma normalmente veniva utilizzato per un serbatoio esterno. L'avionica era semplificata, perché il Draken era concepito come un caccia diurno, destinato ad operare sotto la guida-caccia da terra, ed era costituita da un radar PS-02/A integrato in un sistema Cyrano di origine francese. Era presente un sistema IFF e un auto-pilota. Successivamente fu integrato anche un sensore IRST. Il Draken è stato il caccia di punta dell'Aviazione Svedese, e per le sue caratteristiche si confronta direttamente con il Mirage III e con l'F-104.
Difatti è stato progettato come intercettore medio-leggero diurno, e solo successivamente è stata integrata una limita capacità aria-suolo. Il Draken non è mai stato impiegato operativamente ed è stato radiato da tutti i suoi utilizzatori.
I primi ad essere ritirati furono gli esemplari danesi, definitivamente messi a terra nel 1993, seguiti da quelli svedesi nel 1998, da quelli finlandesi nel 2000 e da quelli austriaci nel 2005.

Saab 35 Draken J 35
Saab 35 Draken J 35

Contenuti

* Sezione indipendente con grafica non aggiornata
G+ FB TW whatsapp
Cerca
Parola:
filoweb.it è il sito personale di Filippo Brunelli
(c) 2017 Filippo Brunelli
Le immagini ed i testi contenuti nel sito sono di proprietà di Filippo Brunelli salvo diversamente indicato.
L'uso delle immagini e del testo è gratuito per uso personale ed è subbordinato alla citazione della fonte.